Relazioni Pericolose

Le vicissitudini amorose e relazionali sono il magma rovente in cui vengono scossi i nostri contenuti inconsci: tutto ciò che della nostra Anima non è stato ancora riconosciuto e compreso, viene mosso a sollevarsi e a bussare al nostro Io, per disvelare la sua verità.

Ma il nostro Io è piccolo e rigido, spesso deformato da apprendimenti distorti e dal peso di vicissitudini difficili. Ciò che bussa è ignoto (finchè non apriamo la porta e facciamo la sua conoscenza), fà paura, ci terrorizza, appare inaccettabile, o indegno, o semplicemente non ci accorgiamo che stà bussando, perchè non ci stiamo ascoltando abbastanza.

Così, non rispondiamo, ed anzi serriamo la porta.

Iniziamo ad avvertire angoscia e disagio, vari malesseri. Ci sorprendiamo arrabbiati, o vendicativi. Tristi o demotivati. Svuotati, disamorati, o inquieti e ansiosi.

E’ il magma che ribolle, e quel pezzo della nostra Anima continua a battere la porta, e cercare pertugi per rivelarsi. Con la porta chiusa, cioè in assenza della nostra attenzione e della nostra accoglienza, entra dagli spifferi delle finestre, cioè dai luoghi di cui non abbiamo consapevolezza. E compie la sua “entrata in scena”, secondo regole e forze che sono solo sue proprie, prive di qualsiasi mediazione dell’Io.

La relazione inizia a deteriorarsi e logorarci, spingendoci in un gorgo di sofferenza, comportamenti reattivi e grande dispersione di energie.

Ci sentiamo frustrati, non capiamo più cosa sta succedendo, e gli eventi ci sembrano sempre più incomprensibili. Taluni reagiscono con la fuga (tradimenti, allontanamenti, separazioni improvvise), altri resistono stoicamente ma senza trovare il bandolo della matassa.

Se nessuno dei partner si accorge in tempo della situazione pericolosa, e non fà qualcosa per esplorarla e “aprire la porta”, il disordine provocato dall’Anima degli spifferi può portare a dolorose separazioni.

Talvolta, anche quando uno dei partner tenta di affrontare il problema, per un motivo o per un altro il dialogo non funziona. L’altro si sottrae, evita, oppure comunque il tentativo di dialogo si trasforma in un litigio.

Iniziano le menzogne e le rivalse.

Coloro che erano amanti fanno fatica a riconoscersi, non sanno più aiutarsi.

L’unica speranza per uscirne il meno distrutti possibile, è ricorrere immediatamente alla consulenza di un professionista, psicologo o psicoterapeuta, che aiuti il singolo o la coppia che vi si rivolge ad aprire la porta, e guardare negli occhi ciò che sta bussando.

Solo così l’Anima potrà acquietarsi, e veder riconosciuto il suo bisogno. Che è nostro, intimo e unico, necessario per la nostra autorealizzazione.

Riconoscere ciò che bussa alla nostra porta significa espandere i confini del nostro piccolo Io, aprirci al dialogo col nostro inconscio, e riappropriarci di energie preziose. Significa quello che Jung chiama processo di individualzione. Significa recupero della padronanza di Sè e di ciò che ci accade, significa libertà: ciò che cerca di agire su di noi attraverso gli spifferi, si disvela nella sua interezza e nella sua luce alla nostra porta.

E’ facile? Quanto tempo può volerci? Dipende. Ogni incontro è un mistero, un piccolo grande miracolo. Una sorgente di insegnamenti. L’unico modo per scorpirlo, è iniziare.

Di seguito un video che potrà aiutarvi a riconoscere se ci sono spifferi in azione…..

Scrivetemi e contattatemi per qualsiasi curiosità.

E’ attivo il servizio di consulenze on-line: manda un sms o wa al +393495508509, dalle 8.00 alle 10.00, con i tuoi recapiti, oppure contattami su Telegram “Primiana Nature Healing”.

A presto!

Primiana.

“Che il tuo desiderio trovi soddisfazione in te stesso. Che la tua brama ti consumi, così essa si stancherà e si acquieterà, e tu farai un buon sonno, e considererai un bene il sole di ogni giorno.

Se invece divorerai altri e altre cose rispetto a te, la tua brama rimarrà perennemente insoddisfatta, perchè essa vuole di più, vuole ciò che vi è di più prelibato, vuole te.”

C. G. Jung, Liber Novus